Trattamento metalli e componenti elettronici

AZOTO PER TRATTAMENTO METALLI E COMPONENTI ELETTRONICI

I generatori di azoto della EUROSIDER® trovano applicazione sia nel campo della miscelazione del bagno di metalli fusi, dove, per esigenze qualitative, bisogna ottenere del materiale privo di intrusioni che ne indeboliscano la struttura., che per proteggere le colate di metallo fuso, evitando che le leghe entrino in contatto con l’aria.

Nel settore della componentistica elettronica, il progresso tecnologico porta alla creazione di circuiti stampati sempre più piccoli e complessi, dove la qualità del giunto deve raggiungere livelli qualitativi altissimi. Un’altra ragione per utilizzare azoto nei processi di assemblaggio di apparecchiature elettriche ed elettroniche, viene dalla normativa europea RoHS (Restriction of Hazardous Substances) che indica il 1° Luglio 2006 come data ultima al di là della quale non si potranno più immettere sul mercato prodotti che contengano piombo.

Di conseguenza, molte aziende si stanno attivando per passare alle leghe praticamente prive di questo materiale (cosiddette lead-free) che sostituiranno le tradizionali leghe stagno-piombo, ma le leghe alternative alla tradizionale (Sn-Pb) sono caratterizzate da un punto di fusione superiore e le maggiori temperature di esercizio potranno determinare una maggiore ossidazione del manufatto.

L’impiego di atmosfere protettive con purezze di azoto fino al 99,5% consentono inferiori temperature di esercizio e questo risulta particolarmente utile per le nuove leghe, dove le maggiori temperature provocano un aumento del rischio di danneggiare componenti, soprattutto in acciaio, montati sulla scheda elettronica.
Si è dimostrato che con un grado di purezza elevato la temperatura che la macchina deve raggiungere per fondere la lega Sn-Pb è fino a 50 °C inferiore rispetto alla temperatura della saldobrasatura classica.